Domenica 7 ottobre si sono svolti a Napoli i Campionati Interregionali di Campania cinture nere seniores , campionato cinture nere in una delle regioni più forti nel tkd. Oltre alla partecipazione di tutte le società campane e del vicino Lazio, unica società del nord Italia, la Scuola Tkd Genova del maestro Pietro Fugazza che con sole quattro cinture nere porta a casa 3 ori con Riccardo Persano nella -80 kg, Jorhabib Eljaik nella -54 kg e Federica Perugini nella -67 kg e un bronzo con Margherita Ramella nella -57 kg oltre alla Coppa di Prima Società classificata!!!!! Continuano così i successi del club genovese anche al sud dopo la leadership incontrastata nel nord Italia. risultati, inoltre, di grande auspicio in previsione dei Campionati italiani assoluti di Roma il prossimo 1 e 2 dicembre. "Una buona prestazione di tutti i ragazzi aldilà dell'ottimo risultato, segno che la preparazione straordinaria di questa estate sta dando i suoi frutti, ora avremo un'ulteriore gara di allenamento, quella dei campionati interregionali di Lombardia il 4 novembre, prima dei Campionati Italiani assoluti".

Buoni i risultati nelle forme per la Scuola Tkd Genova che domenica 7 ottobre si piazza al secondo posto nelle prove sincro e terza nel singolo nella specialità, quelle delle forme, non olimpica ma di tradizione coreana. Nella prova individuale conquistano la medaglia d'oro Greta Peyrone, Giulia Venturi, Beatrice meneghetti, Andrea Fossa e Mattia Montalbano; medaglia d'argento Giulia Corsanego, Virginia Bonezzi, Brigida Bernardi, Alessio Serra, Giulia Monteforte, Giulia Pirino, Eleonora pacifico e Gianni Sarcone; medaglie di bronzo Matilde Simonetti, Alessandra Ferrari, Matteo Fugazza, Eva Raccosta Leone, Sergio Tradori e Germano Pirino. Nella prova sincro medaglie d'oro  alle coppie Matilde Simonetti e Giulia Corsanego, Virginia Bonezzi e Andrea Fossa e Beatrice Meneghetti e Giulia Pirino; Medaglie d'argento  alle coppie Francesca Costa e Alessandra Ferrari e Mattia Montalbano con Eleonora Pacifico; Medaglie di bronzo alla coppia Giulia Monteforte ed Eva Raccosta Leone.

Domenica 25 settembre ad Arpiola di Mulazzo (MS) è incominciata con il botto la stagione agonistica del taekwondo con una pioggia di medaglie per la Scuola Taekwondo Genova del Maestro Pietro Fugazza che conquista il secondo posto tra le società dietro alla Taekyon Arezzo per differenza di una sola medaglia d'oro, in particolare i ragazzi ottengono 9 medaglie d'oro su 13 partecipanti (Margherita Ramella con il Koryo, Veronica Curto con l'8 Taegeuk, Jorhabib Eljaik con il Koryo, Germano Pirino Master e William Gaspari Senior con il 7° Taegeuk, Giulia Monteforte Cadetti e Beatrice Meneghetti Junior con il 7° taegeuk, Arianna Stradolini junior e Mattia Montalbano Senior con il 1° taegeuk), 2 d'argento (Sergio Tradori con il 7° taegeuk e Giulia Pirino con il 5° taegeuk) e 2 di bronzo ( Paolo Curto con il Koryo e Emmanuel Tonoli con il 7° taegeuk) segno che anche nelle forme il livello dei ragazzi è buono.
Maestro Fugazza: " Nonostante le forme non siano la nostra specialità, abbiamo dei ragazzi ben preparati tecnicamente che ottengono buoni risultati anche a livello nazionale e questo può essere d'aiuto, anche se in minima parte, per rendere meglio anche nel combattimento, quello che privilegiamo maggiormente".
Prossimi appuntamenti: 8-9 ottobre a Senigallia gli Interregionali per Junior e Senior in preparazione ai più importanti Campionati italiani Assoluti che si disputeranno a Catania nei giorni 4, 5 e 6 novembre.

Quelli che si sono svolti domenica scorsa a Sacile in provincia di Pordenone per la società Taekwondo di Genova sono stati Campionati Italiani di Forme davvero molto soddisfacenti. I ragazzi del maestro Fugazza hanno ottenuto in totale 11 medaglie (4 ori, 3 argenti e 4 bronzi). Risultato positivo non solo a livello personale, ma anche a livello di società che ha ottenuto il primo posto tra i cadetti femminili.

Un grande risultato come sottolinea il maestro Pietro Fugazza: «Non possiamo che essere soddisfatti, abbiamo ottenuto un buonissimo risultato che è andato anche oltre ogni nostra più rosea aspettativa. Il successo nelle forme? Per una società che sta ottenendo buonissimi risultati nella specialità del combattimento, che resta la nostra prediletta, essere tra le prime società in Italia anche nelle forme è un motivo d’orgoglio».

Messo in archivio anche questo risultato, si pensa già al futuro: «Adesso - conclude il maestro - dobbiamo iniziare a pensare e a prepararci per i Campionati Regionali in programma il prossimo 5 e 6 giugno.

Grande soddisfazione anche da parte di alcuni atleti. Germano Pirino commenta così il suo oro: «Dopo il quinto posto dello scorso anno volevo far bene e sono partito con l’obiettivo di fare bene e così è stato. Sono davvero contentissimo».

Molto sincera anche Benedetta Minella che afferma: «Volevo far bene, ma so no andata oltre le aspettative. E’ stata una gara abbastanza difficile, ma per ottenere questo risultato ho lavorato duro per oltre due mesi».

Sulla stessa linea di pensiero, Beatrice Meneghetti: «E’ stato un risultato importante che non mi aspettavo assolutamente. Una dedica? Alla mia amica Benedetta».

Ecco di seguito l’elenco completo di tutti i partecipanti e il rispettivo piazzamento: William Gaspari (senior 5° taegeuk - oro), Emmanuel Tonoli (senior 6° taegeuk - bronzo), Rodrigo Nosco (senior 2° taegeuk - 5° posto), Simona Costa (senior 3° taegeuk - bronzo), Serena Costa (2° taegeuk - argento), Rita Cherubino (senior 1° taegeuk - 5° posto), Germano Pirino (master 6° taegeuk - oro), Gianni Sarcone (master 1° taegeuk - bronzo), Tiziano Leo (junior 6° taegeuk - bronzo), Luigi Zitelli (cadetto 4° taegeuk - argento), Camilla Cinanni (cadetta 6° taegeuk - argento), Beatrice Meneghetti (cadetta 6° taegeuk - oro), Benedetta Minella (cadetta 5° taegeuk - oro).

Si sono conclusi domenica 31 maggio al Palacus di Genova Albaro i Campionati Regionali liguri di Taekwondo specialità olimpica di combattimento 2009. Tutte le società liguri presenti e ben agguerrite con l'aggiunta di spcietà ospiti provenienti da Toscana, Lombardia, Campania, Lazio e isole oltre agli atleti dei gruppi sportivi di Fiamme Oro e Carabinieri. A primeggiare ancora una volta fra le società è stata la Scuola Taekwondo Genova ormai leader incontrastata da molti anni, quinta società in Italia nell'ultimo quadriennio olimpico su oltre 450 non poteva non imporsi come ha fatto e con grande differenza con la seconda società la Olimpia di Savona (23 ori contro 12), terza la New Green Form di Napoli con 8 ori e quarta la Olimpica Toscana con 6 ori, a seguire tutte le altre. La soddisfazione più grande per il Maestro Pietro Fugazza direttore tecnico della scuola genovese non è arrivata dagli oramai veterani del tatami, ma dai giovani esordienti della categoria cadetti B che hanno dimostrato tutto il loro valore segno che nei prossimi anni la società potrà aggiungere al suo già ricco palmares tanti altri nuovi campioni dando continuità ai risultati prestigiosi degli ultimi anni che è poi la cosa più difficile da mantenere.Le medaglie d'oro della Scuola e titolo di campione regionale per Riccardo Persano - 78 kg nere senior, Federica Perugini -72 kg nere senior, Mattia Ghisoli - 72 kg rosse senior, William Gaspari -67kg verdi senior, Diego Botto - 78 kg gialle senior, Pascal Di Girolamo -62 senior gialla, Roberto Massone -84 gialle senior, Daniele Re -67 gialle senior, Veronica Curto -52kg nere junior, Mattia Scotto -63 kg junior rosse, Margherita Ramella -55 kg nere junior, Davide Spallarossa -45 kg nere cadetti, Francesco Diomeda -65 nere cadetti, Greta Frontani -47 verdi cadetti, Tiziano Leo -41 verdi cadetti, Lucia Carfora -59 verdi cadetti, Alessandro Diomeda -34 verdi cadetti, Camilla Grilla - 38 kg cadetti, Sheriff Mariani -42 kg verdi cadetti, Giulia Monteforte -34 verdi cadetti, Riccardo Piana -30 kg verdi cadetti, Filippo Barbero -48 verdi cadetti. Medaglie dìargento per Mara Rattone - 72 nere senior, Javier Cotallat Torres -84 rosse senior, Manuela Rattone - 59 rosse senior, Emmanuel Tonoli -62 verdi senior, Stefano Orlandini -67 gialle senior, Luca Bagnasco -63 rosse junior Alex Retto -68 nere junior, Gianmarco Colaianni -55 rosse junior, Francesco Rota -45 nere cadett, Mara Messina -55 verdi cadetti, Federica Gargano -51 nere cadetti, Simone Sperzagni 53 verdi cadetti, Luca Stasi -51 verdi cadetti, Giulia Pirino -45 verdi cadetti, Riccardo Perugini -34 verdi cadetti, Jacopo Ferrando -38 kg verdi cadetti, Alessandro Archetti -45 verdi cadetti, Aurora Ghigino -34 verdi cadetti, Silvia Casini -48 verdi cadetti. Medaglie di Bronzo per Luca Nicoscia -72 rosse senior, Matteo Perugini -67 nere senior, Mattia Ratto -72 rosse senior, Andrea Marcato -78 rosse senior, Andrea Bottiglieri -63 rosse junior, Luca Rossi Ferrari -63 rosse junior, Matteo D'Amelio -55 verdi junior, Silvia Lagazzo -44 nere cadetti, Simone Matarazzo -53 verdi cadetti, Giada Ratto -55 verdi cadetti, Paolo Teodori -61 verdi cadetti, Riccardo Passaglia -38 verdi cadetti, Nicolò Dodero -34 verdi cadetti, Gino Macias -34 verdi cadetti, Mirco Cilia -38 verdi Cadetti.

Prossimi appuntamenti il 20 giugno Campionati Italiani cinture Rosse a Napoli ed il 21 giugno Campionati Italiani junior a Squadre regionali sempre a Napoli validi per selezione nazionale in preparazione alla prima edizione delle Olimpiadi Juniorer del 2010.

Della spedizione ligure solo due medaglie di bronzo per Margherita Ramella nella junior - 55 kg e Mara Rattone nella senior - 72 kg, un risultato che sembra amaro per la squadra ligure composta da ben 20 atleti, ma se andiamo ad analizzare il livello della manifestazione che non ha nulla a che invidiare ad un campionato europeo, allora le due medaglie di bronzo sono comunque un buon risultato per una regione piccola come la liguria contro la quasi totalità delle nazionali europee (uniche assenti Italia e Turchia) e con la presenza della forte nazionale di Cina Taipei (due medaglie alle olimpiadi). In totale i partecipanti hanno superato i 900 iscritti, con una gara a corazze elettroniche svoltasi su ben 8 quadrati di gara nella Olympic Hall di Innsbruck . Un pizzico di rammarico per la semi finale di Margherita Ramella persa al golden point contro l'atleta della nazionale tedesca e per alcuni arbitraggi un po' troppo a favore dei paesi nordici che hanno fortemente penalizzato le gare di Ervin Nako e di tanti italiani presenti anche le le proprie società. Buona anche le prestazioni di Martina Improta alla sua prima esperienza internazionale e di Veronica Curto che vinto il suo primo incontro deve arrendersi ai quarti contro l'atleta di Cina Taipei. Altro elemento a sfavore dei nostri atleti è la poca esperienza di gara con le nuove corazze elettroniche, mentre in europa i campionati si svolgono con le corazze elettroniche da diversi anni in Italia si attende ancora e non si sa cosa ad iniziare ad usarle soprattutto nei tornei federali. Tutto questo lascia un po' perplessi i tecnici che vorrebbero far crescere i ragazzi con l'esperienza delle corazze elettroniche, ma poi devono contendersi il titolo italiano con gli arbitraggi tradizionali rischiando di perdere il titolo.