Domenica 7 febbraio 2016 al Palacus di Genova si è disputata la 22° edizione della Columbus Cup di Taekwondo, gara di combattimento senza contatto e colpitore elettronico dedicata ai più piccoli dai 5 agli 10 anni. Oltre 200 piccoli atleti si sono affrontati nelle due prove e ancora una volta sono stati i "taekwondoka" della Scuola del maestro Pietro fugazza a primeggiare tra le società con 24 medaglie d'oro: Glisha Radu 2, Filippo Nevone 2, Nicolò venuto 2, Virginia Lampis 2, Filippo Lampis 2, Federico Serain, Riccardo Pastore, Lorenzo Laurianti 2, Emma Caponi 2, Aurora Mannu 2, Iasmina Moraru, Sara Sciarrone, Filippo Piva, Lucrezia Maloberti, Gregory Ponce, Pietro Barbato, 26 medaglie d'argento: Alessio Egelonu, Joshua Radu, Nicolò Rebolino, Diego D'Agostino, Linda Ferrari, Lucovica Tamagno, Fabrizio Stegani 2, Antonio Voltolina, Andrea Cinque, Sara Sciarrone, Lucrezia Pozzi, Iasmina Moraru, Ginevra Venturi, Tommaso Barbato, Mattia Fresia, Alice Rubba,Matteo Armijos, Filippo Barbato, Ambra Gambaro, Simone Marchetti, Edoardo Cafasso, Sofia Marchesiano, Agata Testabruna, Marta Ferraris, e 48 medaglie di bronzo: Emanuele fugazza 2, joshua Radu, Alessio Egelonu, Diego D'Agostino, Nicolò Rebolino, Ludovica Tamagno, Alice Pittaluga, Giacomo Augeri, riccardo Pastore, Guido Olimpo, Federico Serain, Lorenzo Milia , Andrea Cinque, Viola Fregara 2, Giorgia Tanca, Gino Baracchini, Marco Frilli, Lucrezia Maloberti, Ludovica Serain, Alice Rubba, Filippo Barbato, Dariia Barlozhetska, Ambra Gambaro, Davide Valerio, Marco Chiappe, Tommaso Russo, Nathan Piccinini 2, Chiara Parisi 2, Alice Pistone, Francesca Pugliese, Daniele Piga 2, Lorenzo Rotella 2. Seconda società classificata la Polisportiva Città dei Ragazzi con 7 medaglie d'oro terza la Hwasong con 7 ori, quarta la Olimpia Savona con 7 ori e quinta classificata la Dojang con 4 ori. Ancora un grande successo per la manifestazione giovanile che è arrivata al suo 22° successo di presenze e pubblico. Una grande festa per i giovanissimi che si avvicinano al taekwondo e che imparano le tecniche di base. Testimonial d'eccezione la quattro volte campionessa italiana juniores Giulia Monteforte anche lei iniziò da bambina ottenendo i primi risultati alla Columbus Cup sin ad arrivare ad oggi dove veste la divisa della Nazionale juniores.

Dopo tanti primi posti come società, un secondo posto suonerebbe come una sconfitta in realtà, alla INSUBRIA CUP di Brescia di sabato 30 e domenica 31 gennaio, erano presenti oltre 1.500 atleti provenienti da tutta Italia e da altri Paesi come Austria, Germania, Grecia e Lussemburgo. Arrivare quindi secondi dietro solo alla società pugliese Marzial Mesagne culla del noto campione olimpico Carlo Molfetta è al contrario un risultato di grande prestigio ed un'ulteriore conferma della bontà della scuola del Maestro Pietro Fugazza.

Queste le medaglie dodici d'oro: Silvia Rossi, Alessia Vuthi, Eleonora Traverso, Erica Brugola, Erica Risso, Enrico Piacenza, Giorgia Ramponi, Valentina Traverso, Valerio Villegas, Lucrezia Maloberti, Ludovica Fugazza e Nicolò Venuto. Nove gli argenti: Riccardo Pastore, Federico Serain, Nicolò Rebolino, Emanuele Fugazza, Ludovica Serain, Gianalberto Ballerino, Anna Piana, Augusto Campazzo e Margherita Ramella. Dodici le medaglie di bronzo: Angeline Nario, Alessandra Ferrari, Benedetta Pozzi, Fabrizio Stegani, Alice Rubba, Virginia Lampis, Tommaso Zaino, Lorenzo Rota, Margherita Baldrighi, Giulia Corsanego e Giulia Monteforte.

Ecco i risultati degli esami di cintura di Gennaio 2016

Attachments:
Download this file (esami 2016-01.pdf)Esami cintura 2016-01[Esami cintura 2016-01]62 kB

Un anno di allenamenti duri, con la determinazione di chi vuole arrivare, mai un'assenza, nonostante gli impegni scolastici di maturità. Sempre presente nelle gare da quelle più facili interregionali di allenamento agli  Open internazionali più impegnativi per maturare esperienza e convinzione nelle proprie capacità. Una carriera sportiva nel taekwondo fulminante incominciata solo quattro anni fa all'età di 15 anni. Dall'inizio Silvia ha creduto nello sport e soprattutto nell'importanza di dare il massimo ad ogni allenamento. Sin da subito si è  tolta le prime soddisfazioni con vittorie ai primi campionati interregionali sino a conquistare il titolo italiano nelle cinture rosse juniores e subito dopo quello nelle cinture rosse seniores. Nel 2014 al suo primo campionato assoluto cinture nere centra subito il podio con un bronzo quasi inaspettato e nel 2015 conquista il titolo nella categoria -49 kg. Tutto questo è merito di una grande giornata, quella di sabato 12 dicembre, dove Silvia ha dato tutto vincendo con l'ultimo punto decisivo la finale negli ultimissimi secondi ai danni della calabrese Sara Giorgianni, dimostrando di non mollare mai. Nelle fasi eliminatorie Silvia aveva sconfitto al per ko tecnico la siciliana Federica Sciacca ed in semifinale la napoletana Francesca Cipollaro. Ma la sua vittoria è merito soprattutto dell'impegno e della grinta che Silvia mette in ogni singolo allenamento diventando il miglior esempio in una Scuola, come quella del Maestro Pietro Fugazza, che è già ricca di campioni e di ottimi esempi. Goditi Silvia questo grande momento di gloria, lo meriti tutto e vista la tua giovane età, solo 19 anni, siamo sicuri che il tuo nome rieccheggerà ancora tante, tante volte.

Il titolo italiano di Silvia è il quarto per la Scuola del Maestro Fugazza nel 2015 dopo quello di Giulia Monteforte nei juniores, quello di Greta Peyrone nei cadetti e quello di Margherita Ramella agli universitari. In uno sport che conta in Italia oltre 25.000 tesserati e che per conquistare un titolo occorre affrontare da un minimo di tre ad un massimo di sei incontri nella stessa giornata, ottenere tanti e nuovi campioni diventa ogni giorno cosa sempre più difficile, ma non si molla mai ed i titoli continuano ad arrivare.

Alla gara internazionale arrivata alla sua ottava edizione denominata JUNIOR CUP, la SCULA TAEKWONDO GENOVA ottiene il primo posto fra le società nella giornata di sabato dedicata agli Esordienti, Cadetti B e Junior con 15 ori, 6 argenti e 12 bronzi, il secondo posto dietro solo alla TTU di Torino nella classifica di sabato dedicata ai Cadetti A e ai Seniores con 5 ori 3 argenti e 5 bronzi. inoltre, quest'anno la manifestazione ha ospitato il primo Challange a Squadre sponsorizzato dalla Daedo dove la squadra femminile della Scuola Tkd Genova composta da Erica Brugola Brigida Bernardi, Giulia Monteforte, Silvia Rossi e Vingelle D'agostino ha affrontato e sconfitto con distacco la squadra femminile della Olimpia Savona composta da Ciarlo sofia, Gaia Gavarone, Arianna perozzi, Alice Manca e Greta Rosa aggiudicandosi anche in questo contesto il primato.

Queste le medaglie d'oro della Scuola tkd Genova nelle due giornate: Silvia Rossi, Margherita Ramella Erica Brugola, Erica Risso, Andrea Fossa, Giulia Monteforte, Sonia Lo Terzo, Enrico Piacenza, Alessio Asti, Giacomo Augeri, Nicolò Venuto, Riccardo Pastore, Valerio Villegas, Fabrizio Stegani, Lorenzo Laurianti, Lucrezia Maloberti, Giovanni Fisi, Augusto Campazzo, Margherita Fusi e Giorgia Ramponi.

Queste le medaglie d'argento: Tommaso Ramella, Vingelle D'Agostino, Alessandra Ferrari, Brigida Bernardi, Glisha Radu, Ludovica Fugazza, Elisabetta Bozzo, Filippo Piva e Marianna Rotella.

Mentre le medaglie di bronzo sono state conquistate da: Simone Stasi, ivan Rodà, Angeline Nario, Benedetta Pozzi, Alessia Vuthi, Guido Olimpo, Lorenzo Pagano, Manuel Canu, Ludovica Serain, Ludovica Tamagno, Sara Sciarrone, Lucrezia Pozzi, Alice Rubba, Andrea Cinque, Leonardo Capuana, Tommaso Zaino, Matteo ferriani e Robert Inga

Ancora un grande successo in tutte le categorie che conferma la leadership della scuola del Maestro Fugazza nel Nord italia. di buon auspicio, inoltre i risutati di Silvia Rossi, Margherita e Tommaso Ramella in vista dei Campionati Italiani Seniores di Riccione il prossimo fine settimana ai quali parteciperà anche Luca Bagnasco.

Un plauso al numeroso pubblico e a tutti i genitori per il grande e corretto tifo che ha animato gli spalti per tutte e due le giornate, segno che il taekwondo continua sulla sua strada di un sano sport pulito.

</div>

Sabato 24 e domenica 25 ottobre si sono svolti a Giaveno (To) gli Interregionali di Piemonte, gara di combattimento aperta a tutte le categorie, dai più giovani Esordienti classe 2009 ai Senior cinture nere con oltre 500 atleti iscritti. Non poteva mancare la Scuola Taekwondo Genova del Maestro Pietro Fugazza al completo con ben 42 atleti in gara affiancato dallo Staff Tecnico composto dai coaches Jorhabib Eljaik, Germano Pirino e Margherita Ramella. La classifica società vede primeggiare i genovesi con ben 22 medaglie d'oro, 11 d'argento e 5 di bronzo, seguita dalla lombarda taekwondo Rozzano seconda e dalla TTU di Torino Terza.

Brillano in particolare conquistando l'oro Margherita Ramella nella senior nere -57 kg, Greta Peyrone nei Cadetti nere -47 kg, Vingelle D'Agostino nella Junior nere -52 kg, Andrea Fossa nei Cadetti nere -49 kg, Enrico Piacenza nei junior blu -51 kg, Augusto Campazzo nei Cadetti B -33 kg e i freschi campioncini nazionali esordienti e cadetti B Giorgia Ramponi, Andrea Lanza, Federico Serain, Valerio Villegas e Fabrizio Stegani. Le altre medaglie d'oro sono di Riccardo Pastore, Lorenzo Pagano, Manuel Canu, Ludovica Serain, Lucrezia Maloberti, Margherita Fusi, Erica Risso, Eleonora Traverso, Margherita Baldrighi, Erica Brugola e Alessia Vuthi. Mentre gli argenti sono di Nicolò Venuto, Guido Olimpo, Glisha Radu, Lorenzo Laurianti, Leonardo Capuana, Andrea Laurianti, Ivan Rodà, Valentina Traverso, Brigida Bernardi, Alessio Asti e Tommaso Ramella. Infine i bronzi sono arrivati da Nicolò Rebolino, Gianalberto Ballerino, Lorenzo Rota, Giulia Monteforte e Silvia Rossi.

Una percentuale di ori sopra al cinquanta percento degli atleti in gara significa un risultato straripante, buon segno per essere giunto ad inizio stagione e di buon auspicio per i futuri campionati italiani della stagione. Da sempre la scuola del Maestro Pietro Fugazza sforna nuovi campioni italiani ogni anno grazie anche al costante e serio lavoro sul settore giovanile. I nuovi e sconosciuti campioncini in erba presto si faranno conoscere per le loro future imprese gloriose, ma ciò che ci piace di più e che, nonostante le fatiche degli allenamenti, ci divertiamo tantissimo.

</div